SOCIETA’ IN HOUSE DELLA REGIONE SARDEGNA
Innovazione tecnologica: assessore Corona ha inaugurato workshop B3 Regions
CAGLIARI, 8 APRILE 2010 - È motivo d’orgoglio dare inizio al workshop su “B3 Regions”, progetto al quale collaboriamo con decisione e convinzione. Un orgoglio che deriva dalle iniziative nell’ambito dell’innovazione tecnologica al servizio dei cittadini, che la Giunta regionale sta continuando a promuovere2. Con queste parole l’assessore degli Affari Generali, Ketty Corona, ha aperto i lavori del workshop sul progetto “Regions for Better BroadBand connections” (“B3 Regions”), del quale la Regione Sardegna è partner. Il convegno si articola in due giorni nella sala Anfiteatro di via Roma, a Cagliari, nel corso dei quali i vari relatori approfondiranno, oggi e domani, i temi legati alla banda larga e ai portali integrati della RAS.

Prendono parte ai lavori rappresentanti di sette Paesi dell’Unione Europea.

Il progetto “B3 Regions”, inserito nel programma per la Cooperazione territoriale europea “Interreg IV C”, ha l’obiettivo di favorire il trasferimento tra regioni europee delle migliori competenze sulla banda larga e i servizi da essa abilitati, e ha ottenuto lo status di “Fast Track Project” che prevede il coinvolgimento di funzionari della Commissione Europea nei lavori e la sponsorizzazione attiva del progetto. La Regione Sardegna partecipa in ragione dei risultati conseguiti nello sviluppo di servizi innovativi basati sulle tecnologie ICT (“Innovation and Communication Tecnology”) per il miglioramento della qualità della vita. Si propone, infatti, di condividere la propria esperienza sul tema dei servizi online e dei portali integrati, e di contribuire in modo significativo allo sviluppo di un osservatorio ICT.

"I nostri progetti nel campo dell’innovazione tecnologica - ha affermato l’assessore Corona - sono prova tangibile dell’attività della Regione Sardegna, senza soluzione di continuità tra le legislature succedutesi, per il superamento del divario digitale, per garantire l’Adsl su almeno il 90 per cento del territorio isolano, per il potenziamento della rete telematica e dei centri di accesso a internet, come quelli gratuiti in porti, aeroporti e siti turistici, per offrire nuovi servizi tecnologici e per l’opera di digitalizzazione della struttura organizzativa regionale. Tutte iniziative che intendono migliorare la qualità dei servizi offerti ai cittadini sardi e che, vorremmo, contribuissero a migliorare i servizi ad altri cittadini europei grazie all’interconnessione e lo scambio di idee e competenze che “B3 Regions” garantisce».

"Contestualmente - ha concluso l’esponente della Giunta regionale - siamo pronti ad accogliere e fare nostre le competenze sulla banda larga, e i servizi a essa legati, provenienti da altre regioni italiane ed europee. Una condivisione di conoscenze, un’interrelazione e una collaborazione attiva che aiuteranno a far crescere la Sardegna e permetteranno una più proficua integrazione dell’Isola con l'Europa".
© 2017 Regione Autonoma della Sardegna